Insieme armonico “Together” omaggio al Maestro Gualtiero Marchesi.

standard 19 marzo 2018 Leave a response

Oggi festeggiamo virtualmente la giornata internazionale delle cucine italiane nel Mondo (IDIC 2o18) e non solo…quest’anno nella stessa giornata ricordiamo il “Maestro dei Maestri”, il simbolo dell’Alta Cucina Italiana nel Mondo, l’indimenticabile Gualtiero Marchesi a cui è dedicata l’intera iniziativa. Il maestro Marchesi ha dato moltissimo alla cucina italiana , ha saputo innovare con stile e sapienza, ha saputo trasmettere e formare tantissimi operatori del settore. E’ stata una grande persona che ha saputo spronare i giovani a creare, ad innovare,  partendo sempre dalla base classica e dalla tradizione per giungere a risultati sempre nuovi ed emozionanti. E’ inutile dirlo, i suoi piatti emozionano e regalano un senso di sottile equilibrio e raffinatezza che conquistano tutti. Il piatto scelto per questa giornata è assolutamente geniale e gioca su di un raffinato equilibrio di gusti, sapori e consistenze. Si è riuscito a trovare un giusto connubio tra un candido risotto al parmigiano ed una audace e classica Amatriciana piena di carattere e gusto. Il maestro Marchesi lo ha chiamato “Together o L’insieme armonico”. A prima vista stupisce di come riso e pasta possano stare bene insieme, ma poi assaggiandolo ci si rende conto di quanto è perfetto e gustoso questo piatto. Non vi resta che provarlo, replicando fedelmente la ricetta che trovate nella locandina qui sotto e mi raccomando solo questa volta è permesso copiare. Ricordando Marchesi “Creare e non copiare”… ma oggi è concesso,  anche perchè il valore di questa giornata è anche legato nel trasmettere in tutto il mondo l’autenticità e la tradizione dei piatti della cucina italiana affinchè non vengano mistificati da pseudo ricette italiane. Read More

Risotto con salmone affumicato e crema di stracciatella.

standard 2 maggio 2017 4 responses

Questo risotto è nato così per caso,  in una di quelle giornate in cui corri e non hai il tempo di fare la spesa e di solito si apre il frigorifero e ci si arrangia con cio’ che si ha. A me è andata proprio così! Avevo in frigorifero della stracciatella con della gustosa panna, un bel po’ di brodo vegetale che avevo preparato qualche giorno prima e una confezione di salmone affumicato scozzese , in dispensa c’era anche del riso vialone nano. La ricetta è fatta!!!E’ inutile nasconderlo avevo voglia di risotto, percio’ l’avrei comunque preparato con cio’ che il mio frigorifero offriva. Vi diro’ che alla fine dopo l’assaggio sono rimasto soddisfatto. In questo caso ha giocato un ruolo importante la scelta dei pochi ingredienti che avevo a disposizione . Per esempio, la scelta del riso è fondamentale ma non da meno è quella del vino che deve essere usato per sfumare il riso, infatti molte volte  si ha l’abitudine di usare il primo vinello che si ha tra le mani senza dare a questa operazione la giusta valenza. Io sono dell’opinione che  bisogna scegliersi un buon vino e di qualità, perchè poi la differenza a piatto finito si farà sentire dal punto di vista del gusto e dei profumi. Io avevo appena aperto una bottiglia di Gavi DOCG Pisè dell’Azienda Agricola La Raia , un vino piemontese biodinamico. Per me è stata una piacevole scoperta che mi è servita non solo per la preparazione di questo risotto,  ma anche per pasteggiare durante il pranzo. Ora pero’ tocca andare in cucina altrimenti oggi non si mangia!! Read More

Risotto ai funghi cardoncelli e salsiccia di Norcia.

standard 19 dicembre 2016 Leave a response

Questo risotto è nato come alternativa al classico ragu’ domenicale.  Volevamo qualcosa di buono e di diverso dal solito. Avendo a disposizione dei buoni funghi cardoncelli e della salsiccia fresca di Norcia c’è bastato poco per realizzare un gustosissimo risotto. A me piace sperimentare,  ma questo ritengo sia un classico risotto dove bastano veramente pochi buoni prodotti per ottenere un risultato eccezionale. Vi lascio la mia ricetta anche se sono convinto che un pò tutti almeno una volta l’avete già preparato. Read More

Minestra estiva di riso e zucchine.

standard 17 giugno 2013 6 responses
Eccomi ufficialmente da oggi sono a regime dietetico controllato, si dice così ….per far capire che sono a dieta forzata! Comunque sia,  prometto che mi impegnero’ a realizzare ricette piuttosto leggere e dietetiche visto che di solito le preparo e poi le assaggio. Iniziamo da questa minestra estiva di riso e zucchine che devo dire la verità mi è piaciuta particolarmente perchè aveva un sapore molto fresco. Come sempre gli ingredienti hanno fatto la differenza , infatti le zucchine erano particolarmente saporite pur non usando tanto sale . La scelta del pomodoro fresco da aggiungere solo in fase di mantecatura finale è stata voluta non solo per creare un certo gioco di consistenze ma anche di sapori. Il limone finale insieme al basilico ed all’origano fresco hanno completato l’opera , rendo il piatto armonico e profumato, in poche parole una bomba di sapore e profumi! Questo è cio’ che ho preparato oggi sia per voi, che per me.

Read More

Risotto alle delizie dell’adriatico.

standard 10 giugno 2013 6 responses
Come vi sembra questo titolo? Un po’ troppo tradizionale?Scontato o da menu’ di matrimonio? Solitamente le delizie dell’adriatico  sono un insieme di mitili , crostacei e carpacci che vengono serviti rigorosamente crudi. E’ noto che almeno nella nostra zona,  siamo dei veri campioni nel consumo di mitili e pesce crudo, qualcuno potrebbe storcere il naso per tutta una serie di leggende metropolitane legate alla salubrità ed alla conservazione di pesce e mitili ma quando ci si trova difronte un prodotto freschissimo appena pescato oppure  raffreddato in abbattitore, bisogna solo chiudere gli occhi ed inebriarsi nell’assaporare tali squisitezza che il nostro mare ci offre. A tal proposito dopo una lunga giornata di lavoro scorazzando in lungo ed in largo sull’affascinante gargano dove,  tra panorami mozzafiato, un mare bellissimo , una brezza che non faceva altro che impregnare il mio olfatto di profumi marini che difficilmente si riuscivano a togliere, arriva una telefonata profetica. Era mia moglie che puntualmente era dal pescivendolo di fiducia e non sapeva cosa acquistare. Non ho fatto altro che stilare la lista di tutto cio’ che di buono si poteva acquistare anche su consiglio del mio caro amico Roberto, lui conoscendo i miei gusti sapeva a priori cosa consigliare. Insomma ho commissionato un piccolo carico di prelibatezze. Una parte sono state rigorosamente consumate crude ed invece l’altra parte l’ho voluta usare per realizzare questo paradisiaco risotto. Ho cercato di dare poca cottura ai mitili ed al pesce per preservarne quanto piu’ possibile il profumo ed il sapore di mare. Ora penso che ci convenga passare alla ricetta ed alle foto che sono così eloquenti, da farvi sentire ancora il buon profumino che sprigionava quando è stato servito a tavola.
Risotto alle delizie
dell’adriatico.
Ingredienti per 4 persone
  • 300 g  di
    riso carnaroli o vialone nano
  • 200 g di vongole
  • 500 g di cozze nere
  • 300 g di seppioline
  • 500 g di scampi
  • 1 litro di fumetto di pesce
  • 1 scalogno
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • 1 limone
  • sale q.b.
Preparazione
Versare in una padella larga
un paio di  cucchiai di olio
extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio schiacciato ed un pezzo di
peperoncino e lasciar imbiondire. Lavare e pulire le cozze e le vongole e poi
versarle nella padella. Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco e poi
coprire e lasciar cuocere un paio di minuti,
il tempo di aprire sia le vongole che le cozze. Separare i gusci dai
mitili e recuperare il brodetto che si è creato filtrandolo. Lavare le
seppioline e tagliarle a julienne. Pulire gli scampi , lasciandone almeno 4
interi per decorare i piatti. Recuperare il resto degli scarti, teste e
carapaci,  per preparare il fumetto di
pesce che ci servirà per cuocere il riso. In una risottiera versare un goccio
d’olio extravergine e lo scalogno tritato finemente e lasciar imbiondire.
Successivamente versare il riso e tostarlo a fiamma media per qualche minuto.
Sfumare con il resto del vino bianco poi aggiungere il fumetto ed iniziare la
cottura del risotto, serviranno circa 16-18 minuti. Rimestare continuamente
controllando che non si attacchi al fondo e che non si asciughi. Per la cottura
usare alcuni mestolini del brodetto recuperato dall’apertura delle cozze e
vongole che rafforzerà il sapore ed il profumo di mare. A metà cottura versare
le seppioline a julienne e a circa 3-4 minuti dalla fine cottura,  versare le cozze , le vongole, gli scampi
sgusciati. Terminare la cottura e poi mantecare a fuoco spento con un goccio di
olio extravergine ed abbondante prezzemolo tritato finemente. Lasciar riposare
1-2 minuti prima di servire il risotto. Scottare con un filo d’olio
extravergine per pochi minuti in padella,
gli scampi che ci serviranno per decorazione.  Servire usando un piatto piano dove disporrete a specchio il riso
e sopra 1 scampo . Completare con altro prezzemolo tritato ed un goccio di olio
extravergine di oliva. Se gradite potete grattugiare un po’ di scorzetta di
limone.
che ne pensate?Con questa ricetta partecipo al contest “La  ricetta del cuore ” del blog  le tre cucchiarelle.

 

 

CONSIGLIA Toast farcito con bubble tea