Mazzamurru o pane cotto sardo.

standard 26 novembre 2017 2 responses

Questo mese per lo scambio ricette sono stato abbinato ad Antonietta del Blog  “Azzurra taglia e cucina“. Un blog molto bello ed interessante dove poter trovare tante ricette sarde e non solo…realizzate con cura e amore. Azzurra l’autrice di questo blog è di origini sarde ma vive in Puglia percio’ il suo blog è un fondersi di ricette autoctone della tradizione sarda e di nuove del paese di adozione. Ho voluto scegliere questa ricetta proprio per onorare la tradizione sarda e le origini di Antonietta. Ho cercato però nel web altre versioni di questo piatto povero e di riciclo della tradizione sarda , per proporre una realizzazione “diversa”. La sostanza non cambia,  infatti la ricetta è fatta di pochi ingredienti quali il pane raffermo, il pecorino sardo, la salsa di pomodoro fresco ed il basilico. Vi posso garantire che non è una ricetta banale anzi …e poi e davvero buona! Nella ricetta originale di Antonietta lei bagna del pane per pochi minuti e poi lo condisce semplicemente nel piatto con dell’ottimo sugo di pomodoro fresco, basilico e tanto pecorino sardo grattugiato, semplice vero? Io ho voluto invece realizzare delle monoporzioni in terrina di coccio apportando qualche piccola modifica cercando di non snaturare la ricetta originaria, Eccovi la mia versione del pane cotto sardo. Read More

Risotto con pomodori al forno alla pugliese e fonduta di caciocavallo podolico.

standard 9 agosto 2017 Leave a response

Ho pensato e ripensato a questo risotto e poi alla fine l’ho finalmente preparato. In realtà questo piatto nasce dalla voglia di preparare i pomodori al forno alla pugliese che solitamente rappresentano il condimento per una pasta espressa o meglio ancora gratinata in forno. Questo salsa è veramente un concentrato di bontà specie se si riesce a prepararla in una pentola di coccio e magari cuocerla direttamente sui carboni con il metodo antichissimo del forno di campagna. Io questa volta mi sono accontentato del mio forno casalingo anche perchè ho preparato una porzione solo per me … In famiglia non amano questo piatto!!! Sono un folle…lo so! Ho preparato un risotto con soli 120 g di riso,  una porzione solo per me ! Ma vuoi mettere la soddisfazione quando un’idea si concretizza e nel migliore dei modi? A me è piaciuto e ve lo consiglio. Se poi non amate i risotti,  potete usare semplicemente la salsa di pomodoro al forno per condire una pasta espressa completandola con le scaglie di tanto buon caciocavallo podolico. Beh ora seguitemi nella preparazione di questa ricetta… Read More

Orecchiette di grano arso con pomodorino al forno.

standard 28 febbraio 2013 11 responses
Ecco a voi l’altro primo che ho realizzato in occasione de”L’indispensabile” ad Acqui Terme. Un piatto all’insegna della vera Puglia, quella dei sapori genuini, antichi e dei prodotti che ci regala la nostra terra. Ho voluto realizzare questa vecchia e tradizionale ricetta di pomodorino al forno,  perchè realmente riesce a valorizzare con pochi,  ma buoni ingredienti,  qualsiasi tipo di pasta.  Se poi abbiniamo,  un altro must della cucina pugliese,  ovvero le orecchiette e magari realizzate con l’aggiunta di grano bruciato,  allora si raggiunge la perfezione. Queste orecchiette sono tipiche del foggiano dove hanno radici antiche  perchè legate al grano ed al rito della raccolta e successiva spigolatura dei chicchi bruciati che restavano dopo la bruciatura delle stoppie. Prima era la farina dei poveri, oggi è diventato un prodotto da boutique del gusto. Solitamente la farina di grano bruciato,  viene aggiunta alla semola di grano duro in una percentuale variabile dal 10 al 30 % e conferisce colore ed aroma di bruciato o affumicato al prodotto che si realizza. Si puo’ usare sia per la pasta che per i lievitati. Certo questo è uno di quei piatti che è meglio realizzare nel periodo in cui si hanno dei pomodorini freschi belli e maturi e non di serra. Ora vi lascio la mia interpretazione che è piaciuta moltissimo ed è molto semplice da realizzare. A voi la Puglia nel piatto!

Read More

Orecchiette con ricotta forte pugliese.

standard 14 dicembre 2012 8 responses
Volete un’ idea gustosa per un primo piatto veloce ? Beh siete capitati nel posto giusto. Oggi prepariamo delle orecchiette fresche utilizzando una buona passata di pomodoro homemade e della ricotta forte o conosciuta anche come ricotta scante, ascuante, ashcande , scquante, skanta. Ognuno la chiama in un modo diverso perchè ogni dialetto ha coniato un termine appropriato,  ma in sostanza si vuol definire il sapore intenso e piccante (uscikke). La ricotta forte è un prodotto tipico della Puglia e della Basilicata e viene prodotta con il siero che deriva dalla produzione del formaggio pecorino che viene acidificato e ricotto e ne deriva così la ricotta di pecora . Se questa non viene consumata subito,  puo’ essere trasformata in ricotta forte riponendola in contenitori di terracotta . Questa ricotta necessita di un rimescolamento quotidiano e quando si è completata la sua fermentazione puo’ essere conservata in vasi di vetro. Anticamente veniva prodotta solo con siero ovino mentre oggi troviamo l’uso anche di siero vaccino e caprino che la rendono meno acida e piccante e non solo, oggi  per avere un prodotto un piu’ amabile, cremoso ed equilibrato si mescola della panna alla ricotta e poi si lascia fermentare. La ricotta forte se la dovessimo descrivere potremmo dire che si presenta di un color avorio , di consistenza cremosa, con un profumo intenso di ovino, dal sapore piccante e leggermente acidulo. Questa crema viene molto utilizzata non solo per realizzare dei gustosi primi piatti ma anche nei ripieni di panzerotti e calzoni .Ora passiamo alla ricetta che per noi pugliesi è un must della nostra tradizione specie se preparata con le orecchiette.

Read More

CONSIGLIA Insalata di tuberi e yogurt greco