Insalata di polpo e patate .

standard 12 ottobre 2015 11 responses
Non mi dite che non avete mai preparato questa insalata! Questa per noi pugliesi è un vero must, uno di quei piatti che non può mancare sulle nostre tavole in tutte le sue versioni. Parlo di versioni diverse perchè quest’insalata puo’ essere di solo polpo in agrodolce oppure accompagnata da pomodoro, sedano e finocchi. E’ veramente il caso di dire che ognuno ha una sua ricetta personalizzata. Questa che vi presento oggi è una delle mie preferite percio’ vi invito a provarla ma attenzione perchè come vedrete ci sono pochi ingredienti e bisogna scegliere i migliori per avere un risultato finale superlativo. Provateci e ne resterete sicuramente soddisfatti. Read More

Verdure gratinate…golose!

standard 25 febbraio 2015 9 responses
Oggi voglio consigliarvi una ricetta semplice, veloce e molto gustosa. Di solito io per primo quando si parla di verdure gratinate storco il naso,  perchè forse ne ho mangiate così tante per la mia dieta tanto da farmi preferire di gran lunga altro,  ma se aggiungiamo qualcosina tanto da renderle diverse e più invitanti sicuramente faranno un altro effetto. Mia moglie ne va matta per queste verdure ma in questa versione sicuramente risultano molto piu’ saporite e gustose. Siete curiosi? Seguitemi e vedrete come realizzare queste verdure gratinate al forno.

Read More

Mostarda di arance e cipollotti di Acquaviva.

standard 15 maggio 2014 7 responses
Oggi vi voglio parlare di questa ricettina che mi è stata consigliata da una amica appassionata come me di cucina . Mercoledì scorso ero ancora a Parma ed ho incontrato dopo anni  una mia amica di scuola e di gioventù.  Nel dopocena parlando del piu’ e del meno è venuto fuori l’argomento cucina. Scintille e stelline perchè anche lei è una appassionata di buona cucina e sta frequentando un corso professionale di aiuto cuoco. Ne è seguita una lunga e piacevole conversazione serale che è riuscita anche a lenire la stanchezza delle giornate di fiera. Tra le tante cose che ci siamo raccontati lei mi ha parlato di questa mostarda di arance e cipolle che subito mi ha incuriosito e non ho fatto altro che chiederle la ricetta. A distanza di 24 ore lei mi ha inviato un messaggio con la ricetta e la sua preparazione. Ero così curioso che non ho resistito piu’ di tanto,  infatti giovedì ho comprato ciò che mi serviva e poi venerdì sera l’ho preparata. Non vi dico il profumo che si è diffuso per casa! Dire soddisfatto e dire poco. Una delizia da abbinare con i formaggi e con del buon pane scuro caldo. Come sempre ho cercato di dare una mia interpretazione alla ricetta originale percio’ ho sostituito le cipolle bianche con i cipollotti freschi di Acquaviva a cui ho aggiunto anche 1 cipolla ramata , ho aggiunto un pezzetino di zenzero , un po’ di cardamomo e 1 chiodo di garofano per conferire alla mostarda aromaticità e vivacità. Ho ridotto di poco l’aceto perchè volevo attenuare la nota acidula che la sua aggiunta avrebbe conferito alla mostarda. Risultato finale ……un nettare delizioso, aromatico, coinvolgente che ti prende per la gola. Grazie alla mia amica Mina per avermi dato questa ricetta ed a cui dedico questo mio post.

Read More

Sformatino di asparagi selvatici.

standard 7 aprile 2014 6 responses
Questo è sicuramente il periodo migliore per farsi una bella passeggiata in campagna alla ricerca degli asparagi selvatici. Almeno dal mie parti sulle murge baresi ce ne sono in buona quantità anche se non è sempre facile sia trovarli che raccoglierli, i rovi pungono e come pungono! Comunque l’impresa ne vale proprio la pena affrontarla,  perchè oltre alla piacevole passeggiata ci si ricompensa a casa realizzando gustosissime pietanze. In questo periodo ho preparato di tutto dal risotto alla quiche rustica,  ma oggi vi voglio presentare un piatto semplice per una cena gustosa e completa . Io mi son divertito a realizzare uno sformatino di asparagi abbastanza speziato cercando di conferire gusto ed equilibrio nei sapori. Questa la mia proposta.




Sformatino di asparagi selvatici.

Ingredienti per 1 sformatino di 10 cm di diametro circa.

  • 1 mazzetto di asparagi selvatici (circa 30)
  • 1 uovo
  • 1 tazzina di latte di soia
  • 1 pizzico di curcuma
  • Una macinata di pepe creola
  • Un pizzico di noce moscata
  • Un pizzico di curry
  • 1 cucchiaio di parmigiano stagionato
  • 1 goccio di olio extravergine di oliva
  • 3-4 pomodori secchi sott’olio
  • 2-3 noci
  • 1-2 carote
  • Sale q.b

Preparazione

Lavare e tagliare la parte tenera degli asparagi e poi
spadellarli per 2-3 minuti con un goccio di olio extravergine. In una ciotola
sbattere per bene l’uovo, amalgamare il latte di soia, le spezie, il parmigiano
ed un goccio di olio e solo alla fine aggiungere gli asparagi ed un pizzico di
sale. Riscaldare un padellino con un goccio di olio extravergine di oliva,
posizionare un anello coppa pasta e versare all’interno il composto preparato.
Coprire con un coperchio e lasciar cuocere per circa 10 minuti. Con l’aiuto di
una paletta capovolgere l’anello con tutto lo sformatino e lasciar dorare
dall’altro lato sempre per altri 5 minuti. Nel frattempo tagliare a julienne
una carota e formare il letto su di un piatto. Tagliare a listarelle i filetti
di pomodoro secco sott’olio e poi sgusciare le noci. Una volta che il tortino e
ben dorato , aspettare qualche minuto che si raffreddi e poi sformarlo e
adagiarlo sul letto di carote. Decorare con i filetti di pomodoro sott’olio, le
noci sbriciolate ed un goccio di olio extravergine e a chi piace,  anche scaglie di parmigiano stagionato.

Crema di carciofi.

standard 25 marzo 2014 9 responses
E’ vero sono un po’ latitante dal blog quest’ultimo periodo perchè’ sono  troppo indaffarato tra lavoro e famiglia tanto da trascurare un po’ il mio amato blog. Complice anche la mia dieta a casa oramai si sperimenta poco ma il fine settimana qualcosina la preparo e di conseguenza la mangio e la faccio anche mangiare a tutto il resto della ciurma. Oggi voglio lasciarvi questa ricettina semplice e gustosa che vi consiglio di preparare perchè è troppo buona ed invitante . Si tratta di una meravigliosa crema di carciofi realizzata con pochi e buoni ingredienti che potrete usare per condire crostini o farcire pan brioche , preparare ottime tartine e tutto cio’ che vi viviene in mente. Questa crema si presta a numerosi abbinamenti,  ma io la preferisco al naturale e ben fredda sul pane leggermente tostato e caldo. Volendo potete metterla nei vasetti e dopo opportuna sterilizzazione a bagnomaria potrete conservarla a lungo in dispensa. Questa è la mia versione e non è detto che sia l’unica, percio’ se avete idee in merito fatemelo sapere, anche perchè in cuicina come nella vita non si finisce mai d’imparare.
Crema
di carciofi.
Ingredienti
  • 4-5 carciofi freschi belli
    grandi
  • 1 litro di acqua
  • 1 limone
  • 1/2 bicchiere di aceto di
    vino bianco
  • 1 tazzina di vino bianco
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di pepe creola
    in grani
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 3 foglie di alloro
  • Sale.
  • 3-4 cucchiai di olio
    extravergine di oliva
  • 4-5 gocce di limone

·      
Preparazione
Pulire i carciofi eliminando le foglie dure e la barbetta
centrale e poi versare in una coppa con acqua acidulata con il succo di 1
limone. Versare nella pentola  a
pressione 1 litro di acqua,  1/2
bicchiere di aceto di vino , 1 tazzina di vino bianco (facoltativo), una costa
di sedano, la carota , il pepe in grani, le foglie di alloro , lo spicchio
d’aglio, un  cucchiaino di sale
grosso  e per ultimi i carciofi. Chiudere
la pentola e calcolare una cottura di circa 10-15 minuti da quando inizia a
fischiare la valvola. Se non usate la pentola a pressione calcolate il tempo
necessario per ottenere dei carciofi ben cotti. Appena pronti,  scolare i carciofi e lo spicchio d’aglio e lasciar
intiepidire. Versare nella ciotola del mixer i carciofi, lo spicchio d’aglio ,
3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva (a seconda della fluidità e cremosità che volete ottenere), 
un pizzico di curcuma  ed alcune
gocce di limone e poi ridurre in crema. Alla fine se necessario,  correggere di
sale ed aggiungere una generosa macinata di pepe creola. Volendo potete anche
aggiungere 5-6 mandorle pelate che conferiranno ancor piu’ sapore ed  altre erbe aromatiche di vostro gradiemento. Conservare
in vasi di vetro rigorosamente in frigorifero. Se invece volete conservare la crema di carciofi per
piu’ tempo,  conviene tappare i vasetti e sterilizzarli per almeno 30 minuti a
bagnomaria. Una volta trascorso questo tempo,  capovolgere i vasetti e aspettare
che si raffreddino. Ora potete conservarli anche in dispensa per diversi mesi.
CONSIGLIA Latte di avena