Risotto con pomodori al forno alla pugliese e fonduta di caciocavallo podolico.

standard 9 agosto 2017 Leave a response

Ho pensato e ripensato a questo risotto e poi alla fine l’ho finalmente preparato. In realtà questo piatto nasce dalla voglia di preparare i pomodori al forno alla pugliese che solitamente rappresentano il condimento per una pasta espressa o meglio ancora gratinata in forno. Questo salsa è veramente un concentrato di bontà specie se si riesce a prepararla in una pentola di coccio e magari cuocerla direttamente sui carboni con il metodo antichissimo del forno di campagna. Io questa volta mi sono accontentato del mio forno casalingo anche perchè ho preparato una porzione solo per me … In famiglia non amano questo piatto!!! Sono un folle…lo so! Ho preparato un risotto con soli 120 g di riso,  una porzione solo per me ! Ma vuoi mettere la soddisfazione quando un’idea si concretizza e nel migliore dei modi? A me è piaciuto e ve lo consiglio. Se poi non amate i risotti,  potete usare semplicemente la salsa di pomodoro al forno per condire una pasta espressa completandola con le scaglie di tanto buon caciocavallo podolico. Beh ora seguitemi nella preparazione di questa ricetta… Read More

Risotto con salmone affumicato e crema di stracciatella.

standard 2 maggio 2017 4 responses

Questo risotto è nato così per caso,  in una di quelle giornate in cui corri e non hai il tempo di fare la spesa e di solito si apre il frigorifero e ci si arrangia con cio’ che si ha. A me è andata proprio così! Avevo in frigorifero della stracciatella con della gustosa panna, un bel po’ di brodo vegetale che avevo preparato qualche giorno prima e una confezione di salmone affumicato scozzese , in dispensa c’era anche del riso vialone nano. La ricetta è fatta!!!E’ inutile nasconderlo avevo voglia di risotto, percio’ l’avrei comunque preparato con cio’ che il mio frigorifero offriva. Vi diro’ che alla fine dopo l’assaggio sono rimasto soddisfatto. In questo caso ha giocato un ruolo importante la scelta dei pochi ingredienti che avevo a disposizione . Per esempio, la scelta del riso è fondamentale ma non da meno è quella del vino che deve essere usato per sfumare il riso, infatti molte volte  si ha l’abitudine di usare il primo vinello che si ha tra le mani senza dare a questa operazione la giusta valenza. Io sono dell’opinione che  bisogna scegliersi un buon vino e di qualità, perchè poi la differenza a piatto finito si farà sentire dal punto di vista del gusto e dei profumi. Io avevo appena aperto una bottiglia di Gavi DOCG Pisè dell’Azienda Agricola La Raia , un vino piemontese biodinamico. Per me è stata una piacevole scoperta che mi è servita non solo per la preparazione di questo risotto,  ma anche per pasteggiare durante il pranzo. Ora pero’ tocca andare in cucina altrimenti oggi non si mangia!! Read More

Risotto ai funghi cardoncelli e salsiccia di Norcia.

standard 19 dicembre 2016 Leave a response

Questo risotto è nato come alternativa al classico ragu’ domenicale.  Volevamo qualcosa di buono e di diverso dal solito. Avendo a disposizione dei buoni funghi cardoncelli e della salsiccia fresca di Norcia c’è bastato poco per realizzare un gustosissimo risotto. A me piace sperimentare,  ma questo ritengo sia un classico risotto dove bastano veramente pochi buoni prodotti per ottenere un risultato eccezionale. Vi lascio la mia ricetta anche se sono convinto che un pò tutti almeno una volta l’avete già preparato. Read More

Arancine Baresi.

standard 2 settembre 2016 1 response

Dopo una lunga pausa estiva si riaccendono i fornelli per preparare una leccornia un po’ insolita. Ho pensato e ripensato a queste arancine o arancini che dir si voglia, veramente per molto tempo,  prima di trovarne la giusta ricetta e modalità per realizzarle. Per noi baresi la mitica “tiella di riso, patate e cozze” è un must della cucina regionale e non solo ….è quasi sacrilegio cambiarne gli ingredienti e la preparazione,  ma ho voluto osare. La regola vuole che” il riso deve andare nelle cozze”, ma io ho fatto l’inverso infatti ho messo le cozze nel riso. Ho provato a riscrivere a modo mio una piatto della tradizione per renderlo un po’ piu’ attuale secondo la tendenza dello streetfood,  percio’ ho pensato di dare una forma semplice e nuova ad un piatto tanto buono a cui sicuramente non si puo’ rinunciare. La mia arancina barese ha sicuramente una doppia anima oltre che un piacevole gioco di consistenze, infatti ho pensato di realizzare un guscio esterno di morbida e profumata patata di Margherita di Savoia ed una parte interna con un gustoso ed avvolgente risotto con le cozze.  C’è bisogno  di un po’ di tempo ed impegno per realizzarle,  ma vi assicuro che ne vale veramente la pena. Come sempre occhio agli ingredienti, cercate di scegliere i migliori e poi la freschezza delle cozze farà la differenza nel gusto e nel profumo. Siete curiosi di vederle queste arancine? Seguitemi in cucina che vi svelo la mia ricetta. P.S. Mi raccomando non commentate solo con il “Mi piace” ma provate a realizzarle  e fatemi sapere se vi son piaciute. Read More

Risotto ai cuori di carciofo su vellutata di patate e briciole di pancetta tostata.

standard 28 settembre 2015 8 responses
Oggi tocca ad un risotto….ho tratto ispirazione da una delle ricette del grande maestro Antonino Cannavacciuolo, quello omone che con le sue pacche sulle spalle smuove e ridà coraggio e speranza a tanti chef che oramai pensano di essere finiti….ovviamente vi parlo di ” Cucine da incubo” il programma che interpreta il grande Cannavacciuolo. La cosa che mi ha sempre stupito di questo grande chef è la semplicità e l’equilibrio che hanno i sui piatti , per me è un genio. Sapori , profumi e consistenze che giocano e si amalgamano tra loro creando dei piatti molto interessanti dove predomina un’apparente semplicità frutto di una maestria e capacità non comune a molti . Insomma mi piaciono i sui piatti!!!Mi sono ispirato ad una sua ricetta che vede protagonisti dei tonnarelli ai carciofi e pecorino che vengono  serviti su di una vellutata di patate. Ovviamente per me  non c’è gusto a copiare e replicare  in maniera fedele la ricetta del grande chef,  ma credo sia importante interpretare e metterci qualcosa di proprio. Partendo da queste premesse è nato questo risotto che vi garantisco è un gioco di sapori e consistenze che sicuramente vi stupiranno. Guardate un po’ cos’ho preparato!

Read More

CONSIGLIA Risotto al salto