Risotto con pomodori al forno alla pugliese e fonduta di caciocavallo podolico.

standard 9 agosto 2017 Leave a response

Ho pensato e ripensato a questo risotto e poi alla fine l’ho finalmente preparato. In realtà questo piatto nasce dalla voglia di preparare i pomodori al forno alla pugliese che solitamente rappresentano il condimento per una pasta espressa o meglio ancora gratinata in forno. Questo salsa è veramente un concentrato di bontà specie se si riesce a prepararla in una pentola di coccio e magari cuocerla direttamente sui carboni con il metodo antichissimo del forno di campagna. Io questa volta mi sono accontentato del mio forno casalingo anche perchè ho preparato una porzione solo per me … In famiglia non amano questo piatto!!! Sono un folle…lo so! Ho preparato un risotto con soli 120 g di riso,  una porzione solo per me ! Ma vuoi mettere la soddisfazione quando un’idea si concretizza e nel migliore dei modi? A me è piaciuto e ve lo consiglio. Se poi non amate i risotti,  potete usare semplicemente la salsa di pomodoro al forno per condire una pasta espressa completandola con le scaglie di tanto buon caciocavallo podolico. Beh ora seguitemi nella preparazione di questa ricetta…

Risotto con pomodoro al forno alla pugliese e fonduta di caciocavallo.

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di riso carnaroli
  • 1 kg di pomodorini fiaschetto o ciliegini
  • 1,5 l di brodo vegetale
  • 2 cipolle
  • 1 spicchio di aglio
  • Origano
  • 100 g di formaggio parmigiano
  • 50 g di  formaggio pecorino romano
  • Olio extravergine di oliva
  • due noci di burro
  • Basilico fresco
  • 100 g di caciocavallo stagionato ( io ho usato il Podolico)
  • 150 ml di panna da cucina
  • Sale e pepe q.b.

 

Preparazione

Per i pomodorini al forno: Lavare e tagliare in 2 i pomodorini. Versare sul fondo di una teglia da forno un generoso giro d’olio extravergine e un po’ di battuto di cipolla e aglio. Sistemare i pomodorini nella teglia accostandoli il piu’ possibile. Salare leggermente, versare un po’ di trito di cipolla e aglio, una spolverata di origano, del basilico tritato , un po’ di zucchero semolato, del pepe creola e poi una generosa manciata di parmigiano e formaggio pecorino romano. Prima di mettere in forno bisogna aggiungere dell’olio extravergine . Cuocere in forno caldo a 180 °C per circa 30 minuti e fino a quando non si sarà formata una bella crosticina in superficie. Togliere dal forno e lasciar raffreddare.  Versare in un bicchiere alto i pomodori al forno e poi con l’aiuto di un frullatore ad immersione, frullare  il tutto e se necessario,  aggiungere un po’ di acqua calda per portarlo alla densità voluta. Se non volete vedere nel sugo i piccoli aghetti di buccia di pomodoro , conviene setacciare la salsa con un setaccio a maglie sottili. Otterrete alla fine una salsa vellutata dal sapore leggermente affumicato.  Per la fonduta basta riscaldare la panna e poi versarvi il caciocavallo grattugiato. Continuare a mescolare fino a quando tutto il caciocavallo non si è ben sciolto. Volendo alla fine potete frullare il tutto con un mixer ad immersione per ottenere un effetto vellutato ed uniforme. Tenere in caldo. Per il risotto bisogna versare in una casseruola larga e bassa un generoso giro d’olio extravergine,  un pezzettino di burro e della cipolla tritata finemente e lasciar imbiondire. Versare il riso e farlo tostare per qualche minuto, coprire con brodo vegetale caldo. A metà cottura versare almeno 2 mestoli di salsa di pomodoro al forno e continuare la cottura aggiungendo se necessario altro brodo vegetale o se preferite altra salsa di pomodoro. Serviranno in tutto circa 16-17 minuti per ottenere una buona cottura. Quando mancano 2 minuti al termine della cottura , togliere dal fuoco, aggiungere un cubetto di burro e iniziare a mantecare il risotto. Versare una manciata di parmigiano, un mestolino di fonduta e del basilico tritato e continuare a mantecare. Lasciar riposare il risotto per 1 minuto e poi servire su piatto piano. Decorare con petali di pomodoro, basilico  e goccioline di fonduta di caciocavallo podolico. Volendo nella fase di mantecatura potreste omettere il parmigiano,  per ottenere alla fine un sapore piu’ deciso e netto conferito dalla fonduta di caciocavallo. Per ottenere una fonduta con maggiore consistenza,  potreste preparare un roux con una noce di burro e 1 cucchiaio scarso di farina, amalgamare il tutto su fuoco vivo e poi aggiungere la panna, portare quasi a bollore e poi aggiungere il caciocavallo grattugiato che bisogna far sciogliere lentamente a fuoco basso. In realtà diventa una besciamella con caciocavallo.

Related Posts

Leave a response

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Risotto al salto