Chiacchiere e Roselline di Carnevale.

standard 27 febbraio 2017 Leave a response

Mentre preparavo queste sfiziosissime chiacchiere mi è venuto in mente il ritornello di una canzone di Battisti,  sapete perchè? Perchè questi dolci di Carnevale si chiamano in mille modi diversi, dunque ” Tu chiamale se vuoi…..” Chiacchiere, cenci, crostoli, bugie, frappe e potrei continuare,  perchè in ogni regione le chiamano in modo diverso ma la nota comune,  è che donano le stesse “Emozioni” nel momento in cui si gustano.  L’effetto Wow è garantito anche per chi le prepara,  perchè si rigonfiano ed assumono le forme piu’ disparate ricordandoci mascherine e stelle filanti  del Carnevale. La ricetta è semplicissima ed io ho voluto usare quella del grande maestro Iginio Massari. Ho voluto giocare un po’ con le forme,  percio’ ho realizzato i classici nastrini, fiocchetti e poi delle curiose roselline. Eccovi la mia ricetta delle chiacchiere  per festeggiare il Carnevale 2017.

Chiacchiere e Roselline  di Carnevale

Ingredienti

  • 250 g di farina “0” Manitoba
  • 35 g di burro
  • 30 g di zucchero
  • 2 uova medie
  • 30 g di grappa
  • Un pizzico di sale
  • Un pizzico di cannella
  • Scorzetta di limone grattugiata
  • Olio di semi per la frittura
  • Zucchero a velo

 

Preparazione

Versare nella coppa dell’impastatrice la farina setacciata, il burro a temperatura ambiente, un pizzico di sale, un pizzico di cannella, lo zucchero, le due uova e per finire la grappa. Lavorare a bassa velocita per 2 -3 minuti il tutto fino a formare un impasto abbastanza consistente. Se notate che è troppo duro o stenta ad amalgamarsi, aggiungere qualche goccia di acqua o di grappa. Lasciar riposare l’impasto avvolto da pellicola alimentare per almeno 30 minuti. Tirare l’impasto con l’aiuto di una macchina sfogliatrice per pasta fresca al penultimo scatto. La sfoglia deve essere sottile quasi a velo. Con un tagliapasta creare delle strisce con dei tagli centrali, queste sono le classiche chiacchiere. Se volete invece creare delle roselline come ho fatto io, potete usare delle formine a forma di fiore di 3 dimensioni  diverse. Assemblarle mettendole una sull’altra bloccandole al centro con una leggera pressione o bagnando con un po’ di acqua. Friggere le chiacchiere in olio profondo a 170°-180°C per qualche minuto fino a quando non saranno dorate. Per le roselline bisognerà invece friggerle immergendole in olio caldo e con il manico di un cucchiaio di legno,  si deve fare una leggera pressione sul centro della rosellina fino a quando non si vedranno  ben gonfi i petali. Basteranno pochi secondi e poi bisogna farle friggere fino a doratura. Usare carta assorbente per eliminare l’eventuale eccesso di olio. Una volta fredde servire completando con abbondante zucchero a velo.

 P.S.  per le roselline ho usato questi stampini.

Related Posts

Leave a response

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Caramelle di sfoglia