Babka al cioccolato, mandorle tostate e cointreau per Re-cake #18

standard 11 ottobre 2016 3 responses

Anche questa volta mi son fatto prendere per la gola, non ho resistito all’inebriante profumo di brioche e cioccolato,  ed ho voluto anche io replicare la ricetta della Babka apportando pochissime modifiche alla ricetta originale. Questa ricetta proviene dal blog di Sigrid Verbert “Il Cavoletto di Bruxelles”. Questa meravigliosa brioche  è stata scelta per il Re-Cake di Ottobre e come prevede il regolamento, si poteva modificare veramente poco la ricetta originaria,  proprio per non snaturarla. Devo dirvi la verità,  all’inizio questa ricetta non tanto mi convinceva perchè c’è veramente tanto burro ed immaginavo una brioche molto , ma molto pesante, invece poi si è rivelata un successo. Io in realtà ne ho preparata una farcita con cioccolato, mandorle tostate e cointreau e una semplice senza farcia. Sono sparite entrambi perchè troppo buone ed invitanti,  specie se prima di servire la brioche si riscaldano un po’ le fette. Questa la ricetta che vi invito a provare perchè ne vale veramente la pena.

Babka al cioccolato , mandorle tostate e cointreau.

img_8493

Ingredienti per 2 trecce (stampo 28×10 cm)

Impasto

  • 280 g di farina Manitoba
  • 250 g di farina “00”
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 3 uova medie
  • ½ cubetto di lievito di birra
  • Zest di limone bio grattugiata
  • 120 ml di acqua

Ripieno

  • 130 g di cioccolato fondente
  • 120 g di burro
  • 100 g di mandorle tostate
  • 50 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di cointreau

Finitura

  • 40 g di miele
  • 2 cucchiai di cointreau
  • 2 cucchiai di acqua

 

Preparazione dell’impasto: versare nella ciotola dell’impastatrice le farine precedentemente setacciate, lo zucchero semolato, il lievito di birra sbriciolato e la zest di limone grattugiata. Aggiungere le uova, il burro a temperatura ambiente tagliato a tocchetti e l’acqua ed iniziare ad impastare. Lavorare l’impasto per cirac 5-6 minuti e fino a quando no sarà ben incordato e lucido. L’impasto alla fine risulterà molto elastico ed anche un po’ appiccicoso perciò un po’ difficile da manipolare. Versare il tutto in una ciotola appena unta di olio extravergine e coprire con pellicola. Io ho lasciato per 1 ora a temperatura ambiente e poi ho messo l’impasto in frigorifero per tutta la notte. Il mattino seguente ho portato a temperatura l’impasto e ho lasciato lievitare per altre 3 ore e fino al raddoppio.

Per il ripieno: io ho preparato metà della dose infatti ho fatto sciogliere a bagnomaria il burro ed il cioccolato, ho aggiunto lo zucchero a velo ed il cacao e 1 cucchiaio di cointreau ho mescolato e messo in frigo per 15 minuti. Ho tritato al mixer le mandorle tostate e le ho aggiunte alla crema di cioccolato.

Dividere poi l’impasto in due, io ho realizzato una babka farcita ed una semplice senza farcia tipo pan brioche. Stendere con il mattarello e ricavare un rettangolo di circa 30 x40 cm. Distribuire su tutta la superficie la crema al cioccolato e la granella di mandorle tostate ed in fine lo zucchero semolato e poi arrotolare ben stretto dal lato più lungo. Sigillare per bene i bordi e le punte. Incidere con un coltello a punta al centro del rotolo. Intrecciare le due metà creando una treccia. Ungere con un velo di burro lo stampo da plumcake e sistemare la treccia. Lasciar lievitare per almeno 1 ora e poi cuocere a forno caldo a 190 °C per circa 30 minuti. Se notate che tende troppo a scurirsi sulla superficie, potete coprire con della carta forno o con alluminio. Appena la babka è pronta,  bisognerà lasciarla intiepidire giusto 5 minuti e poi trasferirla su di una gratella. Per la finitura bisognerà subito preparare uno sciroppo riscaldando il miele con poca acqua e poi aggiungendovi 2 cucchiai di cointreau. Questo sciroppo va spennellato sulla treccia ancora calda e conferirà una particolare lucidatura al prodotto finito.

img_8475

img_8503

Con questa ricetta partecipo al Re-Cake#18 di Ottobre.

recake2-0-_1a

Recake#2

Related Posts

3 responses

CONSIGLIA Risotto al salto