Treccia dolce di Sara Papa.

standard 4 aprile 2013 22 responses
E’ da tempo che desideravo realizzare o la mitica “Angelica” o una bella treccia dolce sfogliata, percio’ un paio di domeniche fa nel mentre seguivo sonnecchiando alcune trasmissioni su “Arturo”, mi  imbatto in questa versione di treccia dolce abilmente preparata da Sara Papa. Mi risveglio dall’assopimento pomeridiano,  carta e penna alla mano  mi copio la ricetta e poi inizio a seguire il programma che illustra con dovizia di dettagli , tutta la ricetta. Ma ad un certo punto…crollo!  Mi risveglio che già stavano sfornando un bell’arrosto di maiale. Mi ero perso qualcosina, ma poi ho recuperato ricercando notizie sul sito di “Arturo tv”. La curiosità e la voglia di cimentarmi con questa preparazione era tale che il lunedì successivo, nel primo pomeriggio ho realizzato l’impasto e poi sono andato a lavoro. Dopo circa 3 ore e mezza son tornato a casa ed ho trovato un bell’impasto gonfio e lievitato e poi?….e poi  ho realizzato questo treccione dolce che ho sfornato intorno alle 22.00. A casa sembravano le 7 di mattina ….i bambini hanno fatto colazione! o meglio si sono divorati metà treccia ancora incandescente! Immaginate tutta una notte con questo profumo per casa …ho dormito profondamente,  sognando la colazione del mattino seguente con una tazza di cappuccino ed una profumatissima fetta di treccia dolce. Rispetto alla ricetta originale non ho voluto di proposito farcire la treccia con la frutta secca o marmellate varie, altrimenti i bambini non l’avrebbero neanche considerata. Ho usato solo un leggero strato di burro aromatizzato con gli agrumi ed un po’ di zucchero di canna. Dite la verità,  vi è venuta la voglia di assaggiarne una fetta? Penso proprio di sì,  questo è un dolce lievitato irresistibile..non vi resta che prepararlo,  tanto è facilissimo!

Treccia dolce di Sara Papa.
Ingredienti
 
  • 500g di farina”00”
  • 190 g di latte
  • 60 g di miele d’acacia
  • 70 g di burro
  • 2 uova medie intere ed un tuorlo (150 g circa)
  • ½ lievito di birra
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 1 tuorlo per spennellare la superficie 

per la farcitura

  • 40g di zucchero di canna
  • 30 g di burro fuso
  • scorzetta di un limone
  • scorzetta di un’ arancia
 
Preparazione
 
Riscaldare leggermente il latte in cui sciogliere il lievito di birra con un cucchiaino di zucchero. Versare nella coppa dell’impastatrice la farina setacciata, la vanillina, il miele e le uova. Aggiungere il lievito sciolto nel latte e iniziare a lavorare a bassa velocità. Unire il burro un po’ per volta insieme ad un pizzico di sale. Quando l’impasto’ diventa elastico e omogeneo, versarlo in una coppa unta di olio extravergine, praticare un taglio a croce e poi lasciar lievitare per almeno 2 ore e fino al raddoppio. Una volta che l’impasto risulta ben lievitato, passarlo su di un piano di lavoro leggermente infarinato e con un mattarello creare una sfoglia sottile rettangolare di max un centimetro. Fondere leggermente il burro e aromatizzare con la buccia grattugiata di arancia e limone. Distribuire con un pennellino su tutta la sfoglia e poi aggiungere un po’ di zucchero semolato. Arrotolare la sfoglia, saldando per bene il lembo di unione, tagliare un pezzo da circa 4-5 cm.  Con un coltello affilatissimo, tagliare in lungo il rotolo realizzato,  lasciando ad una sola estremità un moncone di circa 5 cm che andrà poi ripiegato tra i due lembi di impasto . Intrecciare i 2 capi di impasto fino ad arrivare alla fine,  dove  prima di saldare le 2 estremità, inserirete il pezzo tagliato in precedenza. Un consiglio , intrecciate l’impasto già su carta forno e su di unaplacca da forno. Lasciar lievitare per almeno 1 ora. Riscaldare il forno a 160-170°C , spennellare la superficie della treccia con un tuorlo d’uovo miscelato con un po’ di latte e zucchero e poi infornare e cuocere la treccia per 35-40 minuti. Una volta pronta sfornare e lasciar raffreddare su di una gratella. Servire con una spolverata di zucchero a velo .
Manca lo zucchero a velo nelle foto perchè non c’è stato il tempo di aggiungerlo! 
 
Con questa ricetta partecipo al give away del blog “La dolce vita” di Francy .

Related Posts

22 responses

CONSIGLIA Sarde a beccafico senza glutine